Etichette

Opzione Benedetto


«Stiamo aspettando: non Godot, ma un altro San Benedetto (Alasdair MacIntyre)». Per la cronaca “Aspettando Godot” è il titolo di una delle più famose opere teatrali di Samuel Beckett, tutta costruita intorno all’attesa del personaggio Godot che però non verrà mai. Godot infatti non appare mai sulla scena e nulla si sa sul suo conto. Questa frase di MacIntyre ha stimolato il nostro Rod Dreher ed è propria grazie a essa che ha creato la Benedict Option. Il Benedetto dell’opzione è naturalmente San Benedetto Da Norcia, fondatore del monachesimo occidentale. Secondo Rod Dreher, infatti oggi noi viviamo proprio come in quei tempi in cui l’Impero Romano, per tutti punto fermo e stabile per secoli, implode e si sgretola. I cristiani allora hanno smesso di puntellare l’Impero, hanno smesso di vivere per l’Impero e hanno creato piccole comunità per meglio vivere le loro tradizioni e la loro fede. Anche oggi, in un mondo che si sta sgretolando sotto tutti i punti di vista, si vive senza radici e senza tradizione e il cristianesimo e la sua cultura stanno dissolvendosi velocemente. Rod sostiene invece che anche oggi, come ai tempi di Benedetto, c’è una possibilità di uscita e che tutto non è perduto per sempre. Se vogliamo sopravvivere al nuovo vento distruttivo, dobbiamo creare comunità di fedeli veri. Comunità che se fondate solo sulle idee sono però destinate a scomparire, se invece fondate sulla realtà, no. Rod dunque è andato alla ricerca di queste comunità, per lui speranza di un nuovo mondo cristiano. È dunque approdato dagli Stati Uniti d’America a Norcia, da quei monaci che sono i diretti successori di San Benedetto. Qui ha incontrato P. Cassian Folsom, fondatore del Monastero. Questi gli disse che a San Benedetto del Tronto c’era gente proprio come quella che lui cercava e erano i Tipi Loschi: «tutti i cristiani del mondo devono vivere come i Tipi Loschi» gli disse seriamente con quella sua voce baritonale. Venne allora nelle Marche e incontrò Marco Sermarini e i suoi amici, vide la scuola, la Contea, Santa Lucia, la Compagnia dei Tipi Loschi, …, solo quarantotto ore in tutto, ma cariche e intense: quello che vedeva era proprio quello che aveva sognato. Per Dreher i Monaci di Norcia e i Tipi Loschi sono un segno di speranza. E come i Monaci a Norcia dopo il terribile terremoto, così tutti noi cristiani dobbiamo ricostruire un mondo distrutto e triste. Dobbiamo soprattutto ricostruire un mondo cattolico. Tutti devono guardare a Norcia e a Santa Lucia per vedere il modo per ricostruire tutto. Rod conclude il suo intervento dicendo che il futuro della fede cristiana si sta costruendo a Norcia dai Monaci e a San Benedetto del Tronto dalla Compagnia dei Tipi Loschi. Il microfono passa poi a Padre Benedetto Nivakoff, dei Monaci di Norcia che inizia con una simpaticissima battuta: « Rod è una difficoltà per la virtù di umiltà dei monaci! ». Sotto alla bellezza che si vede c’è un grande lavoro e un grande sacrificio che spesso non si conoscono e non si vedono. Per arrivare a ciò che uno vede ci vogliono sacrifici, molto lavoro, ci vuole la croce di accettare le sofferenze. Cioè: la Bendict Option di Rod Dreher non arriverà a noi come la manna dal Cielo, per giungere a esercitarla ci vuole fatica. Secondo P. Benedetto la Compagnia dei Tipi Loschi riesce a esprimere l’Opzione Benedetto a San Benedetto del Tronto che è diversa da Norcia, tutta dentro le mura. Ha anche ricordato che i Tipi Loschi sono stati spesso per i monaci fonte di consolazione, ad esempio quando ancora non avevano chiaro se andare avanti con la messa tridentina e si sono visti catapultati, in massa, dentro la loro Chiesa, proprio la mandria dei Tipi Loschi. San Benedetto da Norcia ha detto che c’è differenza fra chi lascia per paura e chi lascia per amore di Dio. Nella vita del monaco questo però è un cammino che dura quaranta, cinquanta anche sessanta anni. Rod Dreher, infine sollecitato da una domanda ha concluso dicendo che oggi abbiamo una scelta da fare e la dobbiamo fare. O far finta che i problemi non ci sono e che tutto va bene, oppure andare controcorrente costi quel che costi; ecco dunque l’opzione: o far finta di niente e andare avanti o vivere da cristiani e prendere sul serio la Fede e la nostra Tradizione. Abbiamo bisogno di un nuovo S. Benedetto e creare minoranze creative, per ripartire e portare avanti la Chiesa.

(Sintesi della Conferenza di Rod Dreher e Padre Benedetto Nivakoff, The Benedict Option – A strategy for Christian in a post – Christian Nation, 28 giugno 2017, 
in occasione della Festa del beato Pier Giorgio Frassati, San Benedetto del Tronto, Santa Lucia, La Contea)

Nessun commento:

Posta un commento

Preghiera al beato Pier Giorgio Frassati

Preghiere al Beato Giorgio Frassati Beato Pier Giorgio, guidami nel pretendere la legittima eredità di figlio di Dio ed e...