Etichette

Ciò che divide e ciò che unisce


Cosa ci divide dalle altre confessioni cristiane? Gesù vero Dio e vero uomo, la Trinità, l’Eucarestia, il Papa come capo della Chiesa successore diretto di San Pietro,… E cosa ci unisce? Non lo so, forse che siamo tutti fedeli a Gesù e vogliamo la pace

Spesso nei nostri ambienti si dice di vedere a ciò che ci unisce e non a ciò che ci divide. Frase bella e profonda senza dubbio. Ma spesso applicarla nella realtà diviene pericoloso. Come quando il moderno e socialisteggiante don Chichì disse al vecchio e attaccato alla Tradizione don Camillo nel libro di Guareschi “oggi bisogna dire pane al pane e vino al vino” e il buon curato di campagna gli fece notare schietto che è pericoloso parlare così quando il pane e il vino altro non è che il corpo e sangue di Cristo. La realtà e quello che si dice vanno sempre visti alla luce della fede per chi è cristiano, per chi non lo è non cambia nulla e questo discorso non lo interessa affatto. Bisogna anche saper dare un giudizio su tutto quello che sentiamo. Nelle preghiere dei fedeli di domenica scorsa dunque si è chiesto a Nostro Signore che tutte le diverse confessioni cristiane sappiano vedere più ciò che unisce che quello che divide e camminare insieme. Analizziamo allora quello che abbiamo domandato. Cosa ci divide dalle altre confessioni cristiane? Gesù vero Dio e vero uomo, la Trinità, l’Eucarestia, il Papa come capo della Chiesa successore diretto di San Pietro,… E cosa ci unisce? Non lo so, forse che siamo tutti fedeli a Gesù e vogliamo la pace. Siete allora d’accordo a obliterare ciò che ci divide? Non è invece troppo importante mantenere questo fermo e far capire a tutti quanto sia fondamentale? E’ davvero di grande interesse una comunione che non si fonda su Gesù vero Dio e vero uomo, sull’eucarestia… Mi sembra però che sta avvenendo un dialogo come quello fra don Chichì e don Camillo in cui il furore moderno vuole cancellare tutto il passato per ottenere una comunione che senza fondamenta è destinata a crollare su se stessa.

Il Pio

Nessun commento:

Posta un commento

Il "buon" Signor G.

In un altro post vi ho parlato del mio amico G., devotissimo a San Giuseppe, lo sposo della Madonna. Ora starà sicuramente in Paradiso,...