Etichette

More uxorio

 


Non so perché, ma ultimamente mi è capitato di parlare con diverse persone sulla convivenza prematrimoniale. Giovani e anziani. I giovani che ho sentito sostengono che la convivenza prima del matrimonio (se questo poi, si deve proprio fare) è necessaria per conoscersi. “Io la farò sicuramente, perché così non mi sbaglio partner. D’altra parte il matrimonio è un contratto e quindi uno deve essere sicuro”. Le mie perplessità che uno si può conoscere bene anche senza andare a vivere more uxorio (“come con la moglie, secondo il costume matrimoniale”; questa espressione si usa per indicare la condizione di due persone che convivono stabilmente senza aver contratto matrimonio) e che il matrimonio oltre che essere un contratto è soprattutto un Sacramento, nessun interesse particolare hanno suscitato: parole vuote e senza senso. Va ricordato che convivere senza il Sacramento del matrimonio, almeno per i cattolici, è pur sempre un peccato mortale (6^ comandamento), reiterato e continuativo, e in quanto tale non si può o almeno non si potrebbe assolvere (con questi chiari di luna…). Questo significa che se uno dovesse morire mentre convive more uxorio, potrebbe andare all’Inferno, e dunque già questa sarebbe una buona ragione per evitare la convivenza. E’ poi il Sacramento che dà una forza in più ai coniugi. La loro remora invece a quanto sopra, è stata “così era al tempo tuo, oggi…”. A parte che al tempo mio c’era chi conviveva tranquillamente anche per tutta la vita (però conoscendo bene il catechismo), qui non parliamo di moda del momento, ma di vita e soprattutto di Vita eterna. Ma mi è parso che anche questo argomento non interessasse a nessuno di loro. Ma il peggio viene dai genitori (parlo di gente adulta, dell’età mia, oltre i cinquanta). Quelli che ho sentito sull’argomento avevano la stessa identica idea sull’argomento con le stesse identiche motivazioni dei giovani, e anche a loro le mie perplessità non suscitavano alcunché. La convivenza si deve fare, era insomma la loro ferma idea per i loro figli. C’è qualcosa che non va. Forse qualcuno non sta facendo più il proprio dovere. Forse è il caso che si faccia qualcosa.

Il Pio




Nessun commento:

Posta un commento

Cacciateli via!

  Negli ultimi cinquant’anni il problema centrale di molte parrocchie e diocesi sono stati “i giovani”. “I giovani oggi sono cambiati—si dic...