Etichette

Se guadagnate, guadagnate tutto; se perdete, non perdete nulla

...Dio c’è o non c’è: ma da quale parte propenderemo? ... Testa o croce? Su che punterete? Seguendo la ragione non potete puntare né sull’una né sull’altra; seguendo la ragione non potere escludere nessuna delle due...
Ma è necessario scommettere. Non siete liberi di farlo o non farlo, ci siete costretti. Testa o croce, cosa prenderete?... Soppesiamo guadagni e perdite scegliendo croce: Dio esiste. Valutiamo questi due casi: se guadagnate, guadagnate tutto; se perdete, non perdete nulla; scommettete quindi che esiste, senza esitare... Non c’è partita, bisogna dar tutto... Il rischio di guadagno e di perdita è uguale...  Qualsiasi giocatore rischia con certezza per guadagnare senza certezza, e così non pecca contro la ragione se rischia con certezza il finito per guadagnare senza certezza l’infinito... Ne segue che, dove i rischi siano uguali da una parte e dall’altra, nel gioco la posta è uguale contro uguale...
La vostra incapacità di credere deriva dalle vostre passioni, perché la ragione è favorevole e tuttavia voi non ci riuscite. Lavorate dunque non a convincervi attraverso l’aumento delle prove di Dio, ma attraverso la diminuzione delle vostre passioni. Volete andare verso la fede e non ne conoscete il cammino? Volete guarire dall’incredulità senza e chiedete qual è la medicina? Imparate da coloro che sono stati legati come voi e che ora scommettono tutto il loro bene. Sono persone che conoscono il cammino che vorreste seguire, guarite da un male da cui vorreste guarire; seguite il metodo con cui hanno cominciato. Cioè facendo tutto come se si credesse, prendendo l’acqua benedetta, facendo dire delle messe, ecc. Con naturalezza, questo vi porterà a credere, d’istinto... Sappiate che (questo discorso) viene da un uomo che si è messo in ginocchio prima e dopo, per pregare questo essere infinito e indivisibile, al quale sottomette tutto se stesso, (perchè) voi facciate altrettanto per il vostro proprio bene e per la sua gloria, e così la forza si accordi con questa bassezza...
E’ il cuore che sente Dio e non la ragione. Ecco cos’è la fede. Dio sensibile al cuore, non alla ragione.
Il cuore ha sue ragioni che la ragione non conosce affatto: lo si sa da mille cose...
Non c’è che la religione cristiana che rende l’uomo amabile e insieme felice; vivendo in modo da essere rispettabili, non si può essere amabili e felici.
(Blaise Pasal, stralci da “La scommessa”)


Nessun commento:

Posta un commento

Preghiera al beato Pier Giorgio Frassati

Preghiere al Beato Giorgio Frassati Beato Pier Giorgio, guidami nel pretendere la legittima eredità di figlio di Dio ed e...