Etichette

Il matrimonio è un sacramento




Bella la battuta di Don Camillo quando disse che il matrimonio non è una burletta: si fa in cinque minuti, ma dura tutta la vita. Infatti. Perché il matrimonio deve nascere proprio per durare tutta la vita! Il matrimonio cristiano deve durare tutta la vita e proprio per questo abbiamo bisogno di un sacramento. Queste cose non ce lo dicono più, ma è così. Ben vengano allora un po’ di nozioni semplici semplici sul matrimonio, perché partire con le idee chiare è buona cosa. Ma anche continuare (dopo anni) con le idee chiare è buona cosa. Mi faccio aiutare dal Catechismo di San Pio X per la sua semplicità e immediatezza, perché io non saprei proprio essere così chiaro.

830 D. Che cosa é il sacramento del Matrimonio?
R. Il Matrimonio e un sacramento, istituito da nostro Signore Gesù Cristo, che stabilisce una santa ed indissolubile unione tra l'uomo e la donna, e dà loro la grazia di amarsi l'un l'altro santamente e di allevare cristianamente i figliuoli.

831 D. Da chi fu istituito il Matrimonio?
R. Il Matrimonio fu istituito da Dio stesso nel paradiso terrestre, e nel nuovo Testamento fu elevato da Gesù Cristo alla dignità di sacramento.

833 D. Perché si dice che il vincolo del matrimonio é indissolubile?
R. Si dice che il vincolo del matrimonio è indissolubile ossia che non si può sciogliere se non per la morte di uno dei coniugi, perché così ha stabilito Dio fin da principio, e così ha solennemente proclamato  Gesù Cristo Signor nostro.

835 D. Fra i cristiani dunque non vi può essere vero matrimonio che non sia sacramento?
R. Fra i cristiani non vi può essere vero matrimonio che non sia sacramento.

836 D. Quali effetti produce il sacramento del Matrimonio?
R. Il sacramento del Matrimonio:
   1. dà l'aumento della grazia santificante;
   2. conferisce la grazia speciale per adempiere fedelmente tutti doveri matrimoniali.

840 D. Che intenzione deve avere chi contrae matrimonio?
R. Chi contrae matrimonio deve avere l'intenzione:
   1. di fare la volontà di Dio, che lo chiama a tale stato;
   2. di operare in esso la salute dell'anima propria:
   3. di allevare cristianamente i figliuoli, se Dio concede di averne.

841 D. In qual maniera gli sposi devono disporsi per ricevere con frutto il sacramento del Matrimonio?
R. Gli sposi, per ricevere con frutto il sacramento del Matrimonio devono:
1. raccomandarsi di cuore a Dio per conoscere la sua volontà, e per ottenere da lui quelle grazie,  che sono necessarie in tale stato;
2. consultarsi coi propri genitori prima di farne la promessa, come lo esige l'ubbidienza e il rispetto dovuto ai medesimi;
3. prepararsi con una buona confessione, anche generale, se fa bisogno, di tutta la vita;
4. schivare ogni pericolosa familiarità di tratto e di parola nel conversare insieme.
  
842 D. Quali sono le principali obbligazioni delle persone congiunte in matrimonio?
R. Le persone congiunte in matrimonio devono:
1. custodire inviolata la fedeltà coniugale e diportarsi sempre cristianamente in tutto;
2. amarsi scambievolmente sopportandosi a vicenda con pazienza, e vivere in pace e concordia;
3. se hanno dei figliuoli, pensare seriamente a provvederli secondo il bisogno; dar loro una
cristiana educazione; e lasciare ad essi la libertà di scegliere quello stato a cui da Dio sono chiamati.

(dal Catechismo Maggiore di San Pio X, Parte IV Dei Sacramenti, Capo IX. Del Matrimonio).


Nessun commento:

Posta un commento

Preghiera al beato Pier Giorgio Frassati

Preghiere al Beato Giorgio Frassati Beato Pier Giorgio, guidami nel pretendere la legittima eredità di figlio di Dio ed e...