Etichette

Quali sono gli strumenti delle opere buone






« Niente anteporre all’amore di Cristo;

non compiere quanto è suggerito dall’ira;

non abbandonare mai la carità;

a quelli che dicono male di noi non ricambiare l’offesa, ma piuttosto dire bene;

riporre la propria speranza in Dio;

non essere pigro;

non mormoratore;

se uno scorge in sé qualcosa di buono, lo riferisca a Dio non a se stesso;

temere il giorno del giudizio;

avere in orrore l’inferno;

la vita eterna desiderarla con ardente brama spirituale;

la morte averla ogni giorno in sospetto davanti agli occhi;

vigilare ogni momento gli atti della propria vita;

tenere per certo d’essere veduto da Dio in ogni luogo;

i cattivi pensieri che si affacciano alla mente, subito spezzarli sui Cristo e manifestarli al padre spirituale;

non amare di parlare troppo;

attendere spesso all’orazione;

non appagare le voglie della carne;

non odiare alcuno;

e della misericordia di Dio non disperare giammai ».

(Alcuni stralci da “La Regola di S. Benedetto” (da Norcia), Capo IV, ed. Montecassino 2010, pag. 36 e segg.)

Nessun commento:

Posta un commento

"Credo più alla Provvidenza che all'esistenza di Torino"

 " Io ho fede nella Scienza. Bisogna credere nella Scienza...". Questa frase non l'ho sentita in TV. L'ho sentita (purtrop...