Etichette

Giova al popolo?

Non so cosa sta succedendo (anche se qualche idea me la sono fatta). E’ che si sentono tante esternazioni da gente di chiesa, anche a alto livello, che creano notevoli dubbi. Dubbi nel popolo di Dio. E questo è un male. Un tempo tutti avevano in mente il catechismo e a chi diceva corbellerie gli si diceva «no, no! Non è così». Nella Chiesa ci sono stati sempre —sin dai primi anni—quelli che ritenendo di avere ottime idee hanno cercato, in buona fede o in mala fede, di dividere il popolo sulla dottrina dicendo «è così e non come dice la Chiesa». Ma c’è sempre stato chi ha tenuto duro, anche da solo, anche a costo del proprio sangue, e ha vissuto e lottato perché non venisse mai cambiata la sana e giusta dottrina che Gesù ci ha lasciato. Perché solo con essa il popolo di Dio può avere giovamento. Ma a fronte di chi ha tenuto duro e a quelli che gli sono stati vicini, c’è stata sempre una marea di gente che affascinata da quelle idee nuove, ha deviato dalla retta strada e forse si è persa del tutto. «Giova al popolo di Dio sapere quelle nuove interpretazioni e letture aggiornate?». Giova leggere sempre in senso moderno tutto (il moderno poi diviene per forza vecchio e solo ciò che è vero dura nei secoli). Deve essere sempre pensato: «questa è un’idea mia o della Chiesa?», «Giova al popolo di Dio?». Il Suo popolo viene edificato oggi dalle esternazioni sulla famiglia, sulla comunione, etc.? Gli giova? Gli si accresce così la fede, l’amore in Dio e l’interesse alla propria salvezza e a quella degli altri, il desiderio di dare sempre testimonianza fino al martirio e di “combattere la buona battaglia”? Diviene in tal modo un popolo santo? Non è invece quello un creare continuamente confusione e dubbi e forse scandalo (inteso nel senso di causa di peccato)? Non sembra piuttosto un voler accarezzare e assecondare il mondo? Non seguiamo la gente che ci porta fuori strada. Non la stiamo nemmeno a sentire. Piuttosto ripassiamoci bene il catechismo e manteniamoci saldi nella fede, perché vedo tempi di confusione. E con l’aria che tira, pure col pericolo di una invasione di gente cattiva, ci potrà anche essere chiesta la vita per la fede. Ma che sia per la fede vera.
Il Pio

Nessun commento:

Posta un commento

"Credo più alla Provvidenza che all'esistenza di Torino"

 " Io ho fede nella Scienza. Bisogna credere nella Scienza...". Questa frase non l'ho sentita in TV. L'ho sentita (purtrop...