Etichette

C’era una volta…


Non è che prima tutto era più bello e ora è tutto più brutto. Non è che prima erano tutti buoni e ora sono tutti cattivi. Anche prima c’erano i santi e i demoni, proprio come ora. Non a caso San Pietro diceva ai cristiani del suo tempo «Salvatevi da questa generazione perversa» (pensate un po’!). E’ un errore ragionare in quel modo. Qualcosa però è effettivamente cambiato tra prima e dopo. Prima si conviveva more uxorio proprio come oggi, ma mentre prima si sapeva che era un peccato (e lo si faceva lo stesso), oggi a nessuno questo viene in mente e soprattutto, qualora gli venisse detto, non gliene importa nulla. Anche prima si abortiva lo stesso, come oggi (solo un po’ di meno forse), ma tutti sapevano che era un peccato e lo facevano lo stesso, oggi al peccato nessuno ci pensa più, ma soprattutto tutti sono certi che quello è un diritto inalienabile. Prima i preti parlavano di dottrina e di catechismo, oggi di ecologia, di verbi greci e di Greta Thunberg. Prima a messa si entrava e si stava in silenzio, nel pieno rispetto di Nostro Signore presente in mezzo a noi e tutti sapevano di questa Presenza, ora si entra parlando a alta voce senza nemmeno segnarsi, salutando tutti, talvolta si balla sgraziatamente e si esce travolgendo quelli che si permettono di fare una genuflessione rivolta al Tabernacolo. Prima tutti sapevano che gli islamici potevano essere per i cristiani molto pericolosi, tutta la storia cristiana lo insegnava chiaramente, oggi utilizzando come slogan “ero forestiero” se ne stanno accogliendo un numero sempre più alto e chi non è d’accordo non è (ovviamente) un buon cristiano. Prima nessuno avrebbe mai pensato che si poteva cambiare la preghiera di Gesù, oggi qualcuno, certo con validissimi motivi, ci ha pensato e lo ha fatto (facendo nascere un po’ di dubbi ai fedeli). Quello che ora è cambiato rispetto a prima è che si è diffuso nella Chiesa un pensiero non cristiano che prima non c’era almeno non a questi livelli e che come un fumo maledetto e psicotropo, ci ha fatto perdere tutto il passato, e ritenere che tutto della nostra religione debba essere rinnovato e cambiato. Allora torniamo a San Pietro, in tutti i sensi e come lui mettersi nella mente: «Salvatevi da questa generazione perversa».

Il Pio

 

Nessun commento:

Posta un commento

Scrupoli e malinconia.

  Scrupoli e malinconia, fuori di casa mia. Fratelli, quando cominciamo a essere buoni? Non è tempo di dormire perché il Paradiso non è fatt...